mercoledì 30 novembre 2016

Cinque grandi minuti di Trash Talk. 
Naaaaa, Conor MacGregor non c'entra una mazza.



Claudiocagnaccio

martedì 8 novembre 2016

Lascia che scorra, non si spreca il vino, è il sangue del toro, lacrime dense del cuore che continua a pompare anche se sempre più prossimo allo schianto, pronto a morire ma incapace di cedere.
Hai ragione, alla fine solo il bello ti scorre davanti agli occhi, sono di nuovo a Cnosso, sono Circe, Mario e Ingrid, Luigia mi culla e Norma mi lecca le mani, rosso in volto ricevo il mio primo No ma il coraggio di avere parlato cura la mia ferita, e il sole con gli occhi azzurri mi sorride. Il matador alza la spada in mezzo ai miei occhi mentre la Carlson fa tremare il suolo sotto ai suoi piedi. Ti rivedo, immensa, tellurica nella tua gioia che cerca di smuovermi ma sono rapito dal prodigio dei ricordi, e ormai tutti i Se della mia vita mi hanno messo in ginocchio. Chiudo gli occhi e accetto il colpo.
Avevi ragione, alla fine solo bello ti scorre davanti agli occhi ma oggi come sempre, non sono riuscito ad accettare di meritarlo, e quello che resta di me è solo un calice rosso innalzato in mia memoria

Claudio

giovedì 25 agosto 2016

Non vedrò più la tua faccia da impunito, non parleremo più fino all'alba, non faremo più finta di essere cinture nere di brazilian ju jitsu solo per ridere, non ci sosterremo più l'un l'altro nei nostri errori con le donne, non ci vedremo più, porcaccioddio.
E non riesco nemmeno a pensare di chiamare Massimiliano per sapere dove faranno il funerale tuo e della tua compagna. 
Adesso anche tu mi appartieni dentro, solo dentro. Maledico iddio e chi ci crede, ma soprattutto la natura infame e il destino demmerda a cui dobbiamo chinare il capo. Avevate appena chiuso il Sinister Noise, io manco avevo finito di elaborarne il lutto e all'improvviso dobbiamo affrontare quest'altra tragedia. Questa però è troppo, troppo pesante.
Spero esista davvero un Aldilà, cominciano a diventare troppe le persone che mi mancano come l'aria e vorrei rivedere.

ClauDIOCANE

Degni figli di Paige Hamilton.
Con chi si sia accoppiato per averli, poco me ne cale.


Claudiocane

giovedì 14 luglio 2016

A cinquant'anni devo reimparare a respirare. 
E va bene, lo prenderò come un nuovo inizio.

Claudiopneumocane

domenica 3 luglio 2016

Racconti brevi.

C'è una coppia da Mario, lei ha lo sguardo triste, lo ascolta mentre parla, parla, a volte ridacchia da solo e continua a parlare. Da qui, dall'altra parte della piazzetta, non sento quello che il tipo sta dicendo, mi arriva solo la voce stridula della gracula al secondo piano che grida senza sosta, 
"Porrrrrrrcoddio! Porrrrrrrrrrrcoddiooooo!" Porrrrrrrrrrrrrrcoddioooooo!"

Claudiocane

giovedì 12 maggio 2016

Da anni seguo la costante evoluzione delle rughe sul mio viso, i nuovi crepacci che si aprono dai vecchi per raggiungere aree inesplorate sulla mappa della mia pelle. E geologicamente avanza e incalza il tempo.
Il soffio divino non mi grazia e l'alito alcolico mi condanna.

Claudiosemprepiùcane

martedì 10 maggio 2016

Dunque, non solo sabato 21 maggio suoneremo al Sinister Noise, ma saremo anche in ottima compagnia. I Meet The Wolf sono il nuovo gruppo di Max, il bassista dei Norma.
Se non avete impegni, fate un salto da noi.
Dress code: All Black.
Teh.





















Claudiocane

domenica 24 aprile 2016


"Everyday I spend my time
Drinking wine, feeling fine,
Waiting here to find the sign,
That I can understand,
Yes I am..."

Norma se la canta in sordina (uh uh ah ah), guardandomi di sottecchi.
"Non te l'aspettavi."
"No, anche se a pensarci ora, solo uno con la voce di Rod Stewart avrebbe potuto riproporla."
"Invece Asap Rocky non ti garba proprio."
"A prescindere da questo, è proprio che non me l'aspettavo. Mi sono addirittura ritrovato a confrontare la sua interpretazione con quella di Luca Marinelli nella versione degli Jagermasters, giuro, chiedendomi quale mi piacesse di più."
"A me è sempre piaciuto quel ragazzo, eppure non mi sarei mai aspettata che sfondasse. I cani sciolti non sempre vengono apprezzati ma un molosso è un gigante ancor più maestoso senza alcun giogo, e a quanto pare, stavolta per fortuna ve ne siete accorti." 
"Eh già."
Mi guarda negli occhi, mi fissa, mi studia. Mi conosce bene. 
"'E dilla 'sta cazzata'. Perdona la citazione poco signorile ma parla, avanti, quando hai quella faccia significa che stai per spararla grossa."
"Non so, giudica tu: non sarebbe un perfetto Tito Andronico?"
"Claudio... "
"Perché no? Immagina il suo sguardo di fronte a Lavinia, stuprata e mutilata, i suoi occhi pieni di dolore, odio e follia alla vista delle teste mozzate di Marzio e Quinto. Il volto che diventa la maschera della vendetta, non il falso spirito di Tamora ma la Morte stessa che mieterà le vite degli infami che hanno fatto scorrere il sangue del suo sangue e fatto scempio della sua ragione."
"Claudio."
"Sì."
"Ti ha sempre toccato questa tragedia. Forse solo la storia della strega della Colchide ti infiamma quanto le disgrazie di Andronico."
"'Io son Medea!' e la Nemesi si abbatte sulle vite di chi ha tradito."
"Anche tu hai tradito, non dimenticarlo."
"Eppure per me sei stata l'unica, tu e nessun'altra. Quindi anche tu non dimenticarlo."
"Hai tradito donne e rispettato una cagna. Non puoi che amare i drammi."
"Questa sembra più una commedia."
"Altra tua grande passione, Claudio, le commedie. Le tue commedie."

Sir William, questo patetico buffone non è degno di renderle omaggio (parla pure in terza persona, good grief!) ma non ce l'ho fatta a non sguazzare tra i flutti della mia delirante coscienza per ricordare il triste giorno in cui, come qualcuno ha scritto, "ALLA FINE, HA SCELTO IL NON ESSERE". (Cit. Il Triste Mietitore @Twitter)

Claudiodeinorma

Dimenticavo:

"If one good deed in all my life I did,
I do repent it from my very soule."

martedì 5 aprile 2016

Ieri, il più ciccione e godurioso dei 4/4.
Domani, il 6/4 più paraculo di sempre.
Eppure, ieri non ho fatto altro che pensare allo storto ma festoso 5/4 di oggi. 
Ed è già 5 Aprile.

Claudio

lunedì 29 febbraio 2016

Ho il cuore che scoppia di ricordi, il naso ingolfato dai tuoi peli, la gola in fiamme dalle inutili urla di rabbia, il silenzioso orgoglio del tuo declino, la piscia ovunque, le tue zampe curve, la forza infame che non ti permetteva di mollare, lo sguardo triste consapevole della fine e una volontà di non lasciarmi che mandava in bestia quel porco di dio. 
Oggi non ho scuse per le lacrime, nessuna ricorrenza, nessuna anniversario, solo il peso dell'assenza. E degli errori, dio cane, tutti gli errori fatti  e il dolore di non essere stato in grado di vivere serenamente il nostro rapporto. La mia incapacità, la mia inettitudine, la mia mancanza di equilibrio contro la tua gioia di donarmi completamente te stessa.
Ogni giorno capisco qualcosa di più, ogni giorno sto un po' più male quando penso a te. E non passa giorno che non pianga per quanto mi manchi.

ClaudiodiNorma