giovedì 30 giugno 2011

E' uscito il nuovo disco dei Raein, Sulla Linea D'Orizzonte Tra Questa Mia Vita E Quella Di Tutti, in download gratuito qui.
Quell'orizzonte comune ad artisti e gente comune, ai quotidiani eroi, a santi e bastardi, ai generosi e ai morti dentro, ai piagnoni pavidi e a chi sta cercando di vivere la propria vita non erigendo le mura di un castello nel fossato del proprio cassetto.
Oggi non voglio parlare di musica ma condividere il piacere grande, inaspettato, di avere trovato la poesia nelle parole, a volte incomprensibili, gridate da questo incredibile gruppo di Forlì.

"Nirvana

saremo il monumento continuo di nuovi desideri
che corrono giù dalle montagne più veloci della paura di soffrire.
vestiremo splendore con la determinazione di mille inverni,
faremo esplodere il consenso in cielo
e lo guarderemo piovere diamanti in tutte le direzioni.
parleremo per immagini
per tenere gli occhi bene aperti su quanto non si vede.
ritroveremo le cassette degli attrezzi per riparare l'ideale,
e il nostro cinismo farà sbocciare nuovi sogni.
innescheremo la macchina della volontà per produrre domande che spostino cattedrali.
affinchè tutto accada di nuovo oltre che nulla vada perduto.
saremo il fatale prevalere dell'azione.
per sempre, tutto comincia ora."

Claudiocane, in odore di Indigesti.

6 commenti:

  1. (ciao Claudio, me li sento eh?)

    RispondiElimina
  2. Ciao Pepster!
    Ascoltali, potranno non piacerti ma nel download ci sono anche i testi dei pezzi. Sono davvero splendidi.
    Grazie, di cuore. O de arde core, more likely, teh.

    RispondiElimina
  3. è vero, i testi sono davvero belli.
    purchè letti con le casse spente.
    ahahahah.
    mi perdoni?

    RispondiElimina
  4. A te perdono tutto, Robe'.
    Quasi tutto, via, non si sa mai.
    Teh.

    RispondiElimina
  5. appunto, non si sa mai... non s'ha da sapere... mo' te lo vengo a dir io? :-DD baci, caro cagnarone.
    stasera butta sul demenziale. vedrò di recuperare.

    RispondiElimina
  6. Macché, va bene così! Ci manca solo che pure tra amici dobbiamo stare coi gomiti fuori dal tavolo e una pila di libri in equilibrio in testa, ahò.
    Un bacio e buonanotte, Robrizo.

    RispondiElimina